BLOG TOUR, LIBRI, LIBRI PER RAGAZZI, RECENSIONE

Review Party – Nightbooks, Racconti di Paura – J.A.White – DeA

  • Editore ‏ : ‎ De Agostini
  • Data d’uscita: 21 settembre 2021
  • Copertina flessibile ‏ : ‎ 272 pagine
  • Genere: Horror per ragazzi

È notte, ma Alex non dorme. La sua passione per tutto ciò che è sinistro e misterioso lo induce a lasciare la sicurezza della sua camera e scendere nel seminterrato del palazzo in cui vive. È determinato a disfarsi dei quaderni su cui ha scritto le sue migliori storie di paura, che però lo fanno sembrare strambo agli occhi di tutti. All’improvviso l’ascensore si blocca, delle urla arrivano da dietro la porta dell’appartamento 4E. Grida raccapriccianti, impaurite. Strepiti stranamente famigliari… Ad Alex sembra di riconoscere le battute del suo film dell’orrore preferito. Chi lo sta guardando? Ed è davvero profumo di torta di zucca quello che si sente uscire dalla casa? Alex non resiste, si avvicina. Ma non appena incrocia lo sguardo di Natacha, la bellissima donna che lo invita a entrare, capisce che qualcosa non va… Troppo tardi. La porta si richiude alle sue spalle, Natacha sorride con tutti i denti. È una strega. È affamata. E il suo cibo… sono i racconti del terrore. Per sopravvivere, Alex sarà costretto a usare tutte le proprie doti di scrittore e a trasformare anche i suoi più spaventosi incubi in appassionanti storie di paura. Ma cosa succederà quando avrà dato fondo a tutta la sua immaginazione?

Fin da bambina ho sempre adorato le storie di paura, ricordo le notti d’estate in compagnia del mio amichetto del cuore in cui ci raccontavamo storie terrorizzanti, seduti immersi nel buio illuminato solo dalla luna – si lo so, ero una bimba strana – per cui non potevo non fare un tuffo nel passato con “Nightbooks”.

Lo stile è scorrevole e semplice e ben si adatta alla storia principale ed ai racconti di paura narrati dal piccolo Alex – che a mio parere risultano più godibili ed interessanti della storia stessa – la trama non è sicuramente originale, ci sono molti clichè del genere, ma la lettura risulta comunque piacevole ed emozionante.

Vi è un rimando alle Fiabe classiche dei fratelli Grimm e Andersen, che in fondo rappresentano le prime vere storie di terrore, basti pensare alle storie originali non modificate dalla Disney per ritrovare storie inquietanti e piene di chiaroscuro, ambiguità e paura, piccoli incubi trasformati in storie che celano un messaggio angosciante.

Provare empatia per il piccolo Alex è molto facile, mi sono rivista molto nel suo personaggio, spesso escluso dagli altri, bullizzato e ridicolizzato, con interessi che gli altri non capiscono fino in fondo e che reputano bizzarri, tutti gli voltano le spalle e inizia a credere di essere lui il problema, di dover cambiare perchè è sbagliato e non vuole restare per sempre solo ed incompreso; attraverso il suo personaggio, la sua evoluzione e presa di coscienza verranno trattati i temi più profondi della storia.

Il personaggio di Natacha seppur voglia apparire come interessante, l’ho trovato un po’ troppo scontato, avevo già intuito la sua vera identità e le motivazioni che si nascondono dietro al suo atteggiamento, Yasmin è un personaggio che a mio parere resta dimenticabile e marginale, non mi ha lasciato nulla e non ho provato un legame nei suoi confronti, e Lenore, beh se c’è un gatto non posso non amarlo a prescindere 😸.

In conclusione, una storia sicuramente consigliata per i più giovani che amano un pizzico di brivido, ma anche una piacevole lettura per i più grandicelli appassionati del genere che vogliono fare un tuffo nel passato.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...