BLOG TOUR, GENERI, LIBRI, NARRATIVA, RECENSIONE

Review Party – Arianna – J. Saint – Sonzogno Editore

  • Editore ‏ : ‎ Sonzogno (3 febbraio 2022)
  • Copertina flessibile ‏ : ‎ 384 pagine

Arianna e la sorella Fedra, principesse di Creta e figlie del temuto re Minosse, crescono ascoltando riecheggiare il rumore degli zoccoli del fratello, il Minotauro, nel labirinto costruito sotto il palazzo. Ogni anno, quattordici giovani ateniesi vengono sacrificati per placare la fame del mostro. Quando il principe Teseo giunge a Creta per immolarsi alla creatura, Arianna si perde nei suoi occhi verdi e se ne innamora follemente. Ma aiutarlo a scappare dal labirinto significherebbe tradire la famiglia e il regno, e la ragazza conosce fin troppo bene le implicazioni di un gesto simile. Assillata dai dubbi ma determinata a farsi valere, Arianna prenderà una decisione che ribalterà tanto la sua sorte quanto il destino di Fedra. Entrambe dovranno affrontare le conseguenze di una scelta coraggiosa e sovversiva, che le spingerà a mettere in discussione il proprio ruolo in quanto figlie, mogli e madri in un mondo in cui le donne non sono altro che pedine su una scacchiera dominata dagli uomini e dagli dèi. Con uno stile vibrante e ipnotico, Jennifer Saint reinventa con originalità la famosa storia del Minotauro, della fuga di Teseo, dell’incontro con Dioniso e degli amori tormentati di Fedra e Arianna, dando vita a un’eroina indimenticabile e sfaccettata che saprà commuovere e incantare i lettori e le donne di oggi.

Buongiorno lettrici e lettori,

Oggi facciamo un tuffo nella mitologia greca attraverso le pagine di Arianna, di Jennifer Saint, nuova uscita in casa Sonzogno Editore.

La Saint ci ripropone il mito di Teseo attraverso la voce di Arianna, con l’intento di darle nuova luce e dignità agli occhi del mondo, un proposito sicuramente nobile ma che, a mio parere, non viene raggiunto fino in fondo.

“Decisi che io avrei voluto essere come Medusa. Se un giorno gli dei mi avessero ritenuta imputabile per i peccati di un altro, se fossero arrivati a punirmi per le azioni di un uomo, non mi sarei nascosta. Avrei indossato la corona di serpenti, e sarebbe stato il mondo a fuggire da me.”

Arianna vorrebbe essere come Medusa, e nonostante nel profondo probabilmente sia così, in realtà ci viene mostrata come una giovane donna guidata dalle emozioni e dai sentimenti, totalmente trasformata dal melenso incontro di sguardi con il fiero e bel principe Ateniese, a tratti assente e vittima della passività della vita, delle azioni e delle scelte altrui.

Il suo personaggio non riesce mai fino in fondo a spiccare, ad avere una sua tridimensionalità ed un impatto tale da avere la propria rivalsa, nonostante ciò ho apprezzato molto il personaggio di Fedra, forte, intraprendente, combattivo e interessante, la vera eroina a tutto tondo della storia che lotta in un mondo soggiogato dagli uomini dove la volontà di una donna non conta nulla.

I personaggi maschili, ahimè, vengono quasi totalmente demonizzati, non esistono figure positive, solo uomini rappresentati forzatamente come tossici, codardi e crudeli, snaturati e manipolatori. Non è necessario demonizzare un personaggio maschile per farne risaltare uno femminile a tutti i costi.

La Saint mostra compiutamente i suoi studi e la sua conoscenza della mitologia greca, ma la narrazione ne perde di godibilità, diventando una mera rappresentazione didascalica di eventi che si susseguono, a cui si aggiungono storie di dei e uomini, che non sempre si legano al mito principale o ai suoi personaggi, risultando a volte eccessivi e un mero desiderio di mostrare le conoscenze dell’autrice, e che poco fa empatizzare con i protagonisti e rallenta inesorabilmente la lettura risultando a tratti noiosa e ridondante.

Una lettura, nonostante tutto, affascinante per gli amanti della mitologia ma che non soddisfa pienamente i presupposti, inficiando le alte aspettative, una scrittura migliorabile per l’autrice che è pur sempre al suo esordio letterario.

Ringrazio la CE per la copia, Valeria per aver organizzato l’evento e i blog che mi hanno fatto compagnia in questo viaggio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...