LIBRI

Review Party – Le vite dei Santi – L. Bardugo – Mondadori

  • Editore ‏ : ‎ Mondadori
  • Data di uscita: 16 novembre 2021
  • Genere: Fantasy
  • Copertina rigida ‏ : ‎ 128 pagine

Direttamente dalle mani di Alina Starkov alle vostre, la riproduzione fedele della Istorii Sankt’ya, per permettervi di entrare nelle pieghe più profonde dell’amatissimo universo creato da Leigh Bardugo. Una raccolta di storie che raccontano le vite, i martirii e i miracoli dei Santi a voi più familiari, come Sankta Lizabeta delle Rose o Sankt Ilya in Catene, ma anche le vicende più strane e meno conosciute, come quelle di Sankta Ursula, Sankta Maradi e del Santo senza Stelle. Una collezione resa ancora più preziosa dalle straordinarie tavole a colori che accompagnano ogni storia.

Buongiorno lettrici e lettori,

oggi parliamo di un libro molto difficile da recensire per la sua struttura, ovvero “Le Vite dei Santi” una agiografia che rappresenta un compendio al mondo del Grishaverse, il libricino rosso che ha guidato Alina e i suoi compagni alla ricerca degli amplificatori di Morozova.

Partiamo dal presupposto che non si tratta ovviamente di un romanzo, ma di una agiografia e quindi una raccolta di piccoli racconti in stile mistico e fiabesco che riguardano la vita dei Sankti, dove non mancano riferimenti alla prima trilogia, ma ci sono anche piccoli spoiler se non avete letto la duologia di Nikolai (mi dicono dalla regia – grazie zia Franci @labibliotecadizosma – di saltare la storia de “Il Santo senza stelle” per evitarli); la lettura è sicuramente veloce, scorrevole e non impegnativa.

Fiore all’occhiello dell’edizione sono sicuramente le meravigliose illustrazioni che accompagnano le brevi pagine dedicate alle imprese di ognuno dei Santi sparsi per tutto il mondo che abbiamo imparato a conoscere, Ravka, Kerch, Fjerda, Shu Han…

Interessante è notare come viene mostrata la peculiarità di fede e misticismo di alterare e mitizzare le storie dei santi per elevarle e renderle più folkloristiche e impregarle di moralità, basti pensare alla descrizione che viene fatta della luminosa Sankta Alina.

Nonostante la Bardugo abbia una grandissima capacità di scrittura e sia capace di creare persino in brevissime storie qualcosa di credibile, non tutte risultano interessanti, memorabili ed incisive, non mancano come sempre piccoli spunti sociali e la tematica sempre ricorrente della caparbietà e forza d’animo di alcuni dei protagonisti, le cui convinzioni in questo caso li hanno portati a realizzare i propri nobili intenti a spese della loro stessa vita.

Questo libricino rappresenta sicuramente un compendio da avere se siete amanti del Grishaverse, è un edizione esteticamente godibile e un piacevole approfondimento sul mondo creato dalla Bardugo, pur non essendo in tutti i punti narrativamente memorabile.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...