FANTASY, GENERI, LIBRI, RECENSIONE

Review Party – La Repubblica dei Ladri- S.Lynch – Mondadori

  • Editore : Mondadori (1 dicembre 2020)
  • Genere: Fantasy
  • Copertina flessibile : 732 pagine

Il nostro blog è affiliato Amazon, acquistando tramite il link ci aiutate a sostenere il nostro lavoro e per voi non ci sarà nessun costo aggiuntivo,   grazie 

Doveva essere il colpo più clamoroso della loro carriera, invece si è rivelato un… clamoroso fiasco. Così Locke e il suo fedele compagno Jean sono riusciti a malapena a salvare la pelle. Almeno, Jean ci è riuscito: Locke sta morendo, avvelenato in modo lento ma inesorabile da una sostanza che nessun alchimista o dottore può combattere. Ma quando la fine sembra ormai vicina, una donna misteriosa offre a Locke un’opportunità che potrà salvarlo, o ucciderlo. Le elezioni del Konseil sono imminenti, e le diverse fazioni hanno bisogno di una pedina da muovere a loro piacimento. Se Locke acconsente a essere quella pedina, con un incantesimo la donna estrarrà il veleno dal suo corpo, anche se l’operazione sarà talmente dolorosa da fargli desiderare la morte. Locke non ci pensa proprio, ma due elementi lo inducono a cambiare idea. Primo, le suppliche di Jean. Secondo, un nome femminile pronunciato dalla maga: Sabetha, l’amore della sua vita, abile e arguta quanto lui, e ora la sua più grande rivale. Locke si è innamorato di Sabetha al primo sguardo, quando era un giovane orfano e apprendista ladro. Ma dopo un corteggiamento tumultuoso, Sabetha se n’è andata. Ora si ritrovano nuovamente uniti in uno scontro. Di fronte all’unica persona che sia in grado di tenergli testa – nel gioco dell’amore e in quello degli inganni – Locke deve scegliere se combattere Sabetha, o sedurla. Una decisione da cui potrebbero dipendere le vite di entrambi.

Oggi si conclude il Review Party dedicato ad i primi tre libri che vedono come protagonista il controverso Locke Lamora, se vi siete persi le recensioni dei primi due vi rimando Qui e Qui.

In questo terzo capitolo incontriamo finalmente Sabetha nella sua macchiavellica bellezza, citata così tante volte nei capitoli precedenti finalmente la vediamo “in carne e ossa”, anche se l’incontro mi ha – negativamente – destabilizzata.

Ho da sempre amato il Personaggio di Locke così irriverente, astuto, intelligente e sopra le righe e mi ha fortemente deluso il suo apparire come un “allocco” – passatemi il termine – innamorato della classica donna stronza e manipolatrice, disposta a vendersi la madre per ottenere ciò che vuole, un clichè enorme che mi ha molto(^n) delusa, decisamente una caduta di stile.

Locke diventa un personaggio inutile ed inebetito dinanzi alla bellezza disarmante e glaciale di Sabetha, ripercorreremo attraverso dei flashback la loro storia passata, la balbuziente capacità di Locke di farsi notare dall’amata che lo maltratta già in tenera età “zerbino-style”.

Il romance a mio parere, distrugge quella che era la trama avvincente e scacchisticamente intricata alla base del progetto dei “Bastardi galantuomini” che in questo volume passano decisamente in secondo piano e sembrano quasi di intralcio alla rincorsa amorosa di Locke.

«Sabetha, io… apprezzo la tua stima più di ogni altra cosa al mondo. Non averla mi fa morire. Non sapere se ce l’ho mi fa morire. Abbiamo vissuto insieme tutti questi anni, e c’è ancora questa nebbia tra di noi. Non so cosa ho fatto per farla sorgere, ma mi butterei sotto un carro per dissolverla, credimi.»
«Perché dai per scontato che sia qualcosa che hai fatto tu, e che puoi annullare a piacimento? Non sono un problema di aritmetica che aspetta solo che tu tiri fuori la soluzione giusta, Locke. Hai mai pensato che potrei… per gli dei, ora mi hai fatto confondere. Che io possa contribuire attivamente a questo… al nostro imbarazzo?»
«Sai essere intelligente, intraprendente e affascinante, anche se quasi mai tutte e tre le cose in una volta. E… qualche volta ti ammiro anche, se ti fa piacere saperlo.»

Mi aspettavo decisamente di più da questo agognato incontro, forse mi aspettavo troppo, ma questa serie mi stava regalando gioie immense e questo capitolo mi ha decisamente delusa, nonostante le rivelazioni e la trama abbastanza godibile (escludendo l’inseguimento romantico pieno di piccole scaramucce).

La costruzione del personaggio di Locke viene totalmente alterata in questo volume, tutto ciò che abbiamo amato e conosciuto in lui nei capitoli precedenti sembra dissolversi nell’etere, resta Jean a darci gioie per fortuna.

Il Quarto volume – The Thorn of Emberlain – è previsto per il 2021 non ci resta che attendere e sperare che Lynch riporti in alto il livello della serie come nei precedenti volumi!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...