FUMETTI E CO., GRAPHIC NOVEL

Review Party – Cheshire Crossing – Weir, Andersen – Oscar Ink

  • Copertina flessibile : 128 pagine
  • Editore : Mondadori (17 novembre 2020)

Sono passati anni da quando Alice, Dorothy e Wendy hanno compiuto i loro favolosi viaggi nel Paese delle Meraviglie, a Oz e sull’Isola-che-non-c’è. Ora eccole qui, ormai adolescenti, a Cheshire Crossing: una scuola molto speciale dove impareranno a gestire le loro straordinarie esperienze e il loro dono di attraversare mondi magici.

Ma proprio non sanno starsene buone buone sedute al banco, e iniziano di nuovo ad attraversare le dimensioni, lasciandosi dietro una scia di caos completo. E se fosse solo un po’ di confusione il problema, poco male. Il fatto è che, senza volerlo, fanno incontrare la malvagia Strega dell’Ovest e Capitan Uncino, unito ora in una coppia davvero diabolica. Per fermarli le tre ragazze dovranno fare ricorso a tutti i loro poteri e mettere insieme una squadra di improbabili alleati da tutto il multiverso! Cheshire Crossing è un viaggio vertiginoso, divertente e sconfinato attraverso i classici della letteratura e i loro mondi fantastici come non avete mai osato immaginarli.

Buongiorno lettori,

nuovo appuntamento con le Graphic Novel, oggi ci addentreremo in un sentiero molto particolare, protagoniste della nostra storia sono le eroine dei nostri libri di infanzia, dal paese delle meraviglie la snob ed antipatica Alice, da Oz la timida ed intelligente Dorothy e dall’isola che non c’è la ribelle un pò maschiaccio Wendy.

Le dolci bambine hanno compiuto le loro missioni, sono tornate a casa e sono ormai cresciute, non senza portarsi dietro il peso dell’esperienza di un viaggio fra mondi sconosciuti e lo sbigottimento dei propri cari nel sentire le loro storie.

Tutte e tre sono state etichettate prima come bambine dalla spiccata fantasia e poi come pazze da ricoverare in ospedali psichiatrici dai propri cari, ne usciranno tutte con le stessa diagnosi: Psicosi Dissociativa

Sballottolate ormai da un ospedale psichiatrico all’altro, si ritrovano tutte e tre ad essere le uniche “pazienti” o meglio ospiti del Cheshire Crossing, scelte personalmente dal professor Rutherford (sarà lo stesso Rutherford premio Nobel della chimica del 1908?) e sotto la tutela amorevole ma non troppo di una Tata fuori dagli schemi – molto probabilmente identificabile con Mary Poppins.

In questo grande crossover fra favole dell’infanzia torneremo sui campi scarlatti di papavero inseguiti dalle scimmie alate ad Oz , nella sala da Te del Cappellaio Matto nel Paese delle Meraviglie e a bordo del Veliero di Capitan Uncino sull’Isola che non c’è, in un confusionario viaggio fra mondi magici.

Con un Peter Pan in piena tempesta Ormonale, un flirt costante fra cattivoni, la storia non mi ha pienamente convinto, le tre protagoniste sembrano forzatamente unite in uno sviluppo piatto dei personaggi, stravolte nella loro natura, snaturate e deprivate della loro caratterizzazione originaria (prima fra tutte Wendy), probabilmente troppo modernizzate e anacronistiche – ricordiamo che la storia è ambientata nel 1910 – con l’inserimento random di parolacce, forse con l’intento di rendere più d’impatto alcune scene altrimenti bidimensionali.

L’idea di base era sicuramente ottima, le buone basi c’erano ma purtroppo l’esecuzione non è stata decisamente fra le migliori, con dialoghi banali ed alcuni decisamente di troppo, un’occasione sfortunatamente sprecata.

L’approfondimento dell’aspetto psicologico post-traumatico ed il peso degli eventi subiti durante l’infanzia delle protagoniste, inizialmente accennato e poi totalmente ignorato, avrebbe reso il tutto più interessante e meno superficiale.

Nonostante ciò è sicuramente interessante l’analisi delle capacità “magiche” di ogni protagonista ed il segreto delle scarpette d’argento di Dorothy, nel complesso resta decisamente una storia d’intrattenimento adatta ai più giovani, che si legge velocemente e che ha sicuramente come punto forte le tavole molto affascinanti di Sarah Andersen, con un tratto semplice e lineare dai colori vividi e avvolgenti, che avrà un probabile seguito basandoci sull’ultima scena.

Ringrazio la CE per la copia in anteprima e Rossella @twinsta_book per aver organizzato l’evento

8 pensieri su “Review Party – Cheshire Crossing – Weir, Andersen – Oscar Ink”

  1. “Peter pan in piena tempesta ormonale lol”😂 ho riso tanto! E sono d’accordo con te sul fatto che avrei apprezzato un approfondimento sul fatto che le loro esperienze vengano trattate come vengono trattate alcune patologie mentali.

    Piace a 1 persona

  2. A me non è dispiaciuta, l’idea delle adolescenti che somatizzano le loro esperienze fancillesche era davvero carina ed interessante, peccato che effettivamente sia stato dato poco spazio alla nuova “veste psicologica” delle nostre eroine.

    Piace a 1 persona

  3. Ciao 🙂
    Allora, i due di Peter Pan non li ho ancora letti, quindi su Wendy non mi posso esprimere. Ho visto varie interpretazioni, ma non ho letto ancora i romanzi.
    Mentre per quanto riguarda Dorothy, credo che sia l’unica a questo punto ad essere stata tratteggiata bene.
    Alice è proprio diversa, in parte può essere anche credibile, ma in gran parte no.
    Io Alice me la ricordo diversa nei romanzi.
    Per le parolacce non ci ho fatto caso, sinceramente. Le parolacce sono sempre esiste, quindi ci sta anche in base al caratteraccio con cui ha descritto Alice nella Graphic Novel.
    Per il resto concordo, mi aspettavo molto di più.
    (AlessandraNekkina9372)

    Piace a 1 persona

  4. Recensione bellissima! Concordo praticamente su tutto, in alcuni punti più che un crossover sembrava una fanfiction, ma devo dire che comunque ho apprezzato la lettura leggera e soprattutto i disegni ^.^

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...