BLOG TOUR, HORROR, LIBRI, RECENSIONE

Review Party – Lovecraft Country – M. Ruff – Piemme

  • Titolo: Lovecraft Country. La terra dei demoni
  • Autore: Matt Ruff
  • Editore: Piemme
  • Genere: horror

Il nostro blog è affiliato Amazon, acquistando tramite il link ci aiutate a sostenere il nostro lavoro,   grazie 

Chicago, 1954. Quando suo padre scompare, dopo aver lasciato un biglietto spiegando dove avrebbero potuto trovarlo, Atticus Turner, ventiduenne afroamericano veterano della guerra in Corea, intraprende un viaggio nel New England, quella parte di America “bianca” dove se sei nero è meglio non mettere piede. Con Atticus c’è l’amato zio George e l’amica d’infanzia Letitia. Durante il viaggio verso la tenuta del signor Braithwhite, proprietario di un castello dove un’antenata di Atticus aveva vissuto come schiava, si imbattono in quelli che sembrano gli spiriti malvagi usciti dalle strane storie che lo zio George ama tanto. Un viaggio nell’America della segregazione razziale che si trasforma ben presto in una lotta per la sopravvivenza, tra episodi di razzismo e la minaccia di creature spaventose. Una volta giunti alla tenuta, Atticus trova suo padre incatenato, prigioniero di una loggia segreta chiamata Ordine dell’Antica Alba, capitanata da Samuel Braithwhite e suo figlio Caleb, e radunata per orchestrare un rituale che in realtà prevede proprio Atticus come protagonista, l’ultimo discendente della famiglia Turner. Ma perché Braithwhite e i membri dell’Ordine vogliono porre fine alla discendenza dei Turner?

Buongiorno lettori,

ci avviciniamo ad Halloween 🎃 e non poteva mancare un Horror fra le letture di questo periodo.

In Lovecraft Country, ci troviamo catapultati nell’America degli anni ’50 in un periodo storico sicuramente non favorevole per la popolazione americana di colore, ghettizzata e costretta a subire soprusi ed angherie in quello che è un mondo governato dall’uomo bianco.

«Ex confederato? Come se esistessero gli ex nazisti! Quell’uomo ha combattuto per preservare la schiavitù! Davanti a una cosa simile, la parola ex non esiste!».

I componenti della famiglia Turner e non solo, saranno i protagonisti della nostra storia ed attraverso i loro occhi vedremo fin dalle prime pagine gli orrori e i trattamenti disumani che subisce una persona di colore in un mondo che gira intorno ai soldi e potere dei caucasici.

Non abbiamo una vera e propria divisione in capitoli, si ha più una successione di eventi dove ogni nuovo episodio ha per protagonista principale un membro della famiglia, in quello che potremmo definire un romanzo corale.

Proprio attraverso questa struttura, ogni personaggio viene approfondito e ne conosceremo man mano nuove sfumature, la caratteristica che balza subito all’occhio è la forza e la tenacia che caratterizza quasi tutti loro, non sono vittime in un mondo che li odia e li denigra, ma sono gli eroi della loro storia personale, combattenti e determinati a non sottostare al volere degli altri.

Ammetto che ho avuto un po’ di problemi con il personaggio di Letitia, con lei ho un rapporto di amore-odio, determinazione e coraggio non le mancano ma in alcuni momenti il suo comportamento strafottente e impositorio mi ha fortemente disturbata, se fossi stata in Ruby le avrei fatto un bel discorsetto.

Tema principale è sicuramente la condizione sociale degli afroamericani, presente sin dalle prime pagine e per tutto il testo, e la pesante ed ingombrante presenza del razzismo radicato; l’autore è in grado di dare un’immagine non lusinghiera dell’America degli anni ’50 ove permea la xenofobia e la paura o meglio il terrore per il diverso.

Un camionista e uno degli addetti al rifornimento lo guardavano, sghignazzando e dandosi di gomito. Atticus osservò la banana mangiata a metà che stringeva in una mano e sentì la faccia che gli andava a fuoco. Per quella che doveva essere la milionesima volta nella sua vita si chiese: “Esiste un modo per ignorare tutto questo e andare avanti come se niente fosse?”. Poi pensò che spesso erano proprio gli episodi di poco conto come quello i più difficili da sopportare.

L’importanza della famiglia e del senso di appartenenza, pervadono le pagine del libro, basti pensare al rapporto teso fra Atticus, quello che potremmo definire il protagonista principale e suo padre Montrose – un uomo fermo sulle sue convinzioni; un figlio che nonostante tutto parte alla ricerca del padre scomparso insieme all’immancabile figura amorevole e quasi paterna dello zio George.

Montrose, con poche e limitate eccezioni, non credeva nella censura. Ribadiva ogni volta di volere soltanto che Atticus prestasse attenzione a quello che leggeva, anziché ingurgitarlo senza riflettere, e Atticus, in tutta onestà, doveva ammettere che la posizione di suo padre era ragionevole.

Zio George ha un posto speciale nel mio cuore, buono e gentile, tratta Atticus come fosse suo figlio, altruista di natura e sempre pronto ad aiutare gli altri, crea persino una sorta di guida da viaggio per l’uomo afroamericano, una guida che include i posti sicuri – ristoranti, alloggi, servizi vari – in cui le persone di colore possono usufruire del servizio senza rischiare di essere aggredite.

Non manca la componente Fantasy/Horror con una spruzzata di weird con misteri, strani poteri e clan mistici, mostri e case stregate – non leggetelo di sera o inizierete ad ascoltare strani rumori provenienti dalle stanze vicine!

Da questo volume è tratta la Serie HBO che sarà in onda su Sky Italia a Partire dal 31 Ottobre, la guarderete? Io assolutamente si!

Ringrazio la CE per la copia in anteprima e Raffaella per avermi inclusa nell’evento. Qui sotto troverete i nomi di tutti i blog che prendono parte all’evento, andate a dare un’occhiata anche alle loro recensioni ❤️

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...