BLOG TOUR, FANTASY, GENERI, LIBRI, RECENSIONE

Blog Tour – Il Mare Senza Stelle – Erin Morgenstern – Fazi Editore

  • Copertina flessibile: 600 pagine
  • Editore: Fazi (16 luglio 2020)
  • Collana: Lain ya

Il nostro blog è affiliato Amazon, acquistando tramite il link ci aiutate a sostenere il nostro lavoro, grazie  

Zachary Ezra Rawlins è uno studente del Vermont che un giorno trova un libro misterioso nascosto fra gli scaffali della biblioteca universitaria. Mentre lo sfoglia, affascinato da racconti di prigionieri disperati, collezionisti di chiavi e adepti senza nome, legge qualcosa di strano: fra quelle pagine è custodito un episodio della sua infanzia. È soltanto il primo di una lunga catena di enigmi. Una serie di indizi disseminati lungo il suo cammino – un’ape, una chiave, una spada – lo conduce a una festa in maschera a New York, poi in un club segreto e infine in un’antica libreria sotterranea. Là sotto trova ben più di un nascondiglio per i libri: ci sono città disperse e mari sterminati, amanti che fanno scivolare messaggi sotto le porte e attraverso il tempo, storie bisbigliate da ombre. C’è chi ha sacrificato tutto per proteggere questo regno ormai dimenticato, trattenendo sguardi e parole per preservare questo prezioso archivio, e chi invece mira alla sua distruzione. Insieme a Mirabel, un’impetuosa pittrice dai capelli rosa, e Dorian, un ragazzo attraente e raffinato, Zachary compie un viaggio in questo mondo magico, attraverso miti, favole e leggende, alla ricerca della verità sul misterioso libro. Ma scoprirà molto di più.
Preparatevi a solcare le pagine del Mare Senza Stelle, a perdervi in questo viaggio straordinario attraverso mondi inimmaginabili, che celebra il potere delle storie e l’amore per i libri. Finché il Mare Senza Stelle non scriverà l’ultima pagina.

Per coloro che provano nostalgia verso un luogo dove non sono mai stati.
Coloro che cercano anche se non sanno cosa (o dove) sia ciò che stanno cercando.
Coloro che cercano, troveranno. Le loro porte li stanno aspettando.

Preparatevi ad un viaggio Onirico, la Morgenstern è finalmente tornata!

Ci troviamo di fronte ad un metaromanzo dalle atmosfere oniriche e surreali, sognanti ed evanescenti, con lo stile poetico al quale l’autrice ci ha abituati.

La scelta del metaromanzo e la struttura dello stesso non è originale, gli amanti de “La Storia Infinita” mi capiranno, la storia nella storia è qualcosa che abbiamo già visto e apprezzato in letteratura, ma il modo in cui la Morgenstern crea i suoi mondi è un qualcosa di unico e magico, la sua scrittura è articolata e suggestiva, lo stile chiaro e ricercato che sospende il lettore in uno stato di evanescenza letteraria.

Il metaromanzo viene però reso originale poichè il nostro protagonista non si ritroverà a leggere una sola storia con un unico protagonista, ma molti libri e molte storie, ed è il fine stesso del ritrovarsi in tutte queste storie per spronarci a porci delle domande e a cercare di unire i pezzi del puzzle che renderà il tutto un’esperienza unica e nuova.

Onore e merito vanno sicuramente dati anche alla traduttrice, che ha sicuramente reso giustizia all’originale, mantenendo ogni sfumatura stilistica ed evocativa dell’autrice.

Molto lontana dalla superficie della terra, al riparo dal sole e dalla luna, sulle sponde del Mare Senza Stelle, c’è una labirintica serie di gallerie e stanze colme di storie. Storie scritte nei libri e sigillate in vasi e dipinte su pareti. Odi incise sulla pelle e riprodotte su petali di rosa. Fiabe compilate su piastrelle sopra i pavimenti, frammenti di trama consumati da piedi di passaggio. Leggende intagliate nel cristallo e appese ai bracci dei lampadari. Storie catalogate, coccolate e riverite. Vecchie storie preservate mentre nuove storie spuntano intorno a loro.

La storia è sicuramente complessa ed intricata, ma anche magnetica e coinvolgente, si alternano capitoli apparentemente slegati fra loro con personaggi e trame sospese nell’onirico, quasi fiabeggianti e capitoli dedicati al nostro protagonista, Zachary Ezra Rawlins, un ragazzo che conosceremo a poco a poco, un ragazzo come tanti, un semplice studente universitario di New Media che “paradossalmente” ama la lettura, introverso e riflessivo e che si troverà a leggere un libro molto particolare Dolci Rimpianti, ed insieme a lui cercheremo di ricollegare i pezzi della storia, all’inizio saremo confusi e smarriti, ma piano piano tutto acquisirà un senso.

«Sei stata tu a dipingere la mia porta a New Orleans», dice. «Quando ero bambino». «Sono stata io. E pensavo anche che l’avresti aperta. È una cartina tornasole: se credi abbastanza per provare ad aprire una porta dipinta, è molto probabile che tu creda a qualsiasi luogo essa ti conduca».

I personaggi sono pochi nonostante le tante storie e sono tutti misteriosi, alcuni come il Custode sembrano essere al di sopra del tempo e dello spazio, ogni personaggio è allo stesso tempo evanescente e reale, non conosciamo molto di loro, dei loro rapporti preesistenti, tutto si scopre a tempo debito e ci viene anche lasciata la liberà di fantasticare sul loro passato e la libertà di interpretare e farci una nostra idea sul loro ruolo nella storia. Uno dei miei preferiti è sicuramente Mirabel, apparentemente è un personaggio speculare rispetto a Zachary, una giovane coraggiosa e sfrontata dai capelli rosa, che avrà un grande ruolo ed importanza nella storia, cosi come Kat.

C’è un pirata nel sotterraneo. (Il pirata è una metafora, ma anche una persona). (Il sotterraneo potrebbe essere considerato, a buon diritto, una prigione). Il pirata era stato imprigionato lì a causa di numerosi atti di natura piratesca, considerati abbastanza criminosi per essere puniti dai non-pirati che decidono questo genere di cose. Qualcuno disse di gettare via la chiave, ma la chiave è appesa a un anello ossidato che è attaccato a un gancio sulla parete vicina. (Abbastanza vicina da poterlo vedere da dietro le sbarre. La libertà rimaneva in vista, ma fuori portata, lasciata lì come monito per il prigioniero. Nessuno lo ricorda, adesso, dal lato-chiave delle sbarre. Il meticoloso disegno psicologico dimenticato, distillato in abitudine e convenienza). (Il pirata se ne rende conto, ma si astiene dal fare commenti).

L’incipit è sicuramente travolgente, ci disorienta e ci spinge a comprendere il viaggio che l’autrice vuole farci fare in questo turbinio di mondi e metafore.

Tantissimi sono i riferimenti ad altre opere come Le cronache di Narnia, Alice nel paese delle meraviglie o alla cultura di videogame e gli RPG.

Un libro da centellinare e assaporare lentamente per comprenderne e apprezzarne tutte le sfaccettature, ho letteralmente adorato tutte le storie intercalate nelle vicende di Ezra, tutte grandi metafore che a tratti mi hanno coinvolta molto più della storia principale.

«… non mi interessano le stelle. Le stelle sono fatte di disprezzo e rammarico».

Un libro che è quasi una porta, come quella che dovrà varcare Zachary, una porta che ci porterà verso un mondo di cui ci sentiremo emozionalmente parte integrante.

Sicuramente non è un libro per tutti date le sue caratteristiche, ma è sicuramente un libro che resta nel cuore, con una forte simbologia, significati profondi e ben celati, con una sottile filosofia che ne permea, ma abbiamo una certezza: la Morgenstern è una narratrice eccezionale.

Uno stile poetico a tratti oserei dire lirico, una storia complessa ma assolutamente affascinante, oserei dire geniale, che si presta a varie interpretazioni, una grande metafora della vita, un mondo onirico ed incantevole, sospeso nell’eterno.

Se tutte le conclusioni sono degli inizi, tutti gli inizi sono anche delle conclusioni? 

Ringrazio la casa editrice per la copia digitale e le organizzatrici dell’evento.

1 pensiero su “Blog Tour – Il Mare Senza Stelle – Erin Morgenstern – Fazi Editore”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...