GIALLO/THRILLER, LIBRI, RECENSIONE

Recensione – La Bibbia di Kolbrin – L’avvento del distruttore – C. Colombi

DATI

TRAMA

Il Distruttore è un serial killer. La Bibbia di Kolbrin la sua firma. Uccide da trent’anni. Non ha mai commesso errori. L’FBI brancola nel buio. Una giovane ragazza italiana viene orribilmente uccisa in un appartamento ad Austin in Texas, dove si trova per frequentare un master. L’ultima lettera scritta alla nonna sarà il detonatore di eventi in Italia e negli Stati Uniti. Ivo Lenzi, un giovane avvocato, si troverà, suo malgrado, a combattere per salvarsi. L’unico modo per uscirne è scovare e affrontare l’assassino. Per farlo dovrà scendere uno a uno gli scalini che lo condurranno alle porte dell’Inferno.

RECENSIONE

Una storia noir più che thriller, il che la rende decisamente più affascinante.

Nonostante la mole del libro, viaggiamo sulle 600 pagine, la lettura scorre veloce e senza ostacoli, con un ritmo incalzante e mai noioso, decisamente ricco di suspance!

Protagonista è un geniale serial Killer, che sembra non avere un target ben preciso per le sue vittime, ma il suo segno distintivo è lasciare intenzionalmente la propria firma sulle sue vittime, parti tratte da “La Bibbia di Kolbrin”- l’antico manoscritto che annuncia il ritorno del Distruttore – quasi fosse un gesto di sfida, il che mi ha piacevolmente ricordato “Il collezionista d’ossa”.

La storia procede fra passato e presente e ci mostra omicidi violenti e crudi, non mancano dettagli macabri e da brividi!

A differenza dei classici thriller, qui conosciamo già l’identità del killer, conosciamo la sua storia, i suoi pensieri cerchiamo di capirlo, quasi di giustificarlo nelle sue scelte; sarà interessante vedere anche in che modo le autorità cercheranno di mettersi nella mente dell’assassino.

Vedremo come gli omicidi, il sangue, la violenza non siano a sè stanti ma si espandano nell’animo di ogni persona toccata dalle vicende.

Un libro meritevole, interessante è anche il mostrarci le vicende da più punti di vista, così da provare emozioni contrastanti ed empatia nei confronti dei personaggi.

Avremo un secondo capitolo? Per ora aspettiamo in trepidante attesa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...